Visita in Porsche 19-06-2010

6 marzo 2011 § Lascia un commento

Visita stabilimento porsche Stoccarda

Nella giornata odierna abbiamo avuto la grande fortuna di poter visitare lo stabilimento porsche di Stoccarda e vorrei raccontarvi cosa abbiamo visto

la prima cosa che ci colpisce e’ l’uniformità a livello di accostamento cromatico, in tutta l’area dello stabilimento Porsche , le stesse strutture di alluminio e acciaio che contornano i fabbricati, il personale in uniforme, che espongono in maniera fiera il logo Porsche; fin da subito ci capisce che di fronte trovi un’azienda unita che guarda nella stessa direzione e che lotta per essere la migliore in tutto
Ma ritorniamo al tour, accolti presso il dealer porsche direttamente collegato allo stabilimento ci avviamo all’interno(ovviamente vietato foto e cellulari); partiamo dall’area destinata al supermarket dei componenti dei motori, destinati a tutti modelli Porsche, e ci troviamo in un’area parzialmente vuota, perfettamente ordinata, e pulita, si percepisce immediatamente che il materiale e’ gestito con facilita’ e completamente a vista, nessun automatismo a livello di gestione e’ introdotto, se non dei semplici lettori di codici a barre, dove iniziamo a vedere dell’automazione, e’ proprio nella fase di trasporto dove dei sistemi automatizzati, portano il materiale dall’area supermarket alle linee di assemblaggio motori
Questo ci fa capire che, vista la distanza tra i due reparti, i muda di trasporto sono stati integrati con sistemi automatizzati, eliminando cosi lo sforzo umano
Vorrei sottolineare un importante dettaglio, i fornitori consegnano 20 volte al giorno i particolari destinati ai motori, quindi in caso di difetto, i pezzi da eliminare e selezionare sono estremamente ridotti

Ci spostiamo poi al reparto assemblaggio motori, dove ovviamente non viene portati direttamente a contatto con la linea, ma da un ballatoio possiamo solo che osservare.
Anche in questa area immediatamente colpiscono la pulizia l’ordine dei materiali, delle linee e dei pezzi stessi, nonostante di tratti motori, e ancor più possiamo un ritmo di lavoro da parte degli operatori assolutamente accettabile, ma come gli operatori possono comprendere che stanno producendo quello che serve??, semplice dei grandi monitor appesi espongono i di linea, e ne suggeriscono il comportamento
In questa area vengono prodotti i motori per tutti gli stabilimenti (Stoccarda e Lipsia) e spediti regolarmente.

Ogni dettaglio non e’ lasciato al caso, la stessa selezione della pelle e’ fatta con attenzione, ogni particolare di pelle e’ curato nel dettaglio, “il cliente porsche vuole la perfezione”, quindi tutti particolari che non rispettano il livello indicato, vengono eliminati, o meglio, raccolti e utilizzati per oggetti diversi, quindi nulla viene gettato ma riutilizzato
Successivamente si passa al montaggio su tutti i componenti rispettano ogni singolo dettaglio richiesto dal cliente, dalla pelle bicolore, ai dettagli delle cuciture e via dicendo

E finalmente arriviamo all’assemblaggio finale,dove dall’arrivo del telaio al completamento della macchina abbiamo potuto osservare in che modo nasce una porsche, purtroppo alcune fasi non ci sono state mostrate per ovvi motivi

Sarebbe ripetitivo dire, che i dettagli sono curati, che gli operatori mantengono dei ritmi di lavoro rispettosi per la salute, e nonostante le auto escono correttamente, senza nessun difetto e perfette come gli stessi cliente le vogliono, ma ci troviamo di fronte ad un sistema impeccabile
Qualcuno, potrebbe dire, ma non sbagliano mai?? Certo che commettono errori, ma vengono immediatamente presi in considerazione e risolti alla radice coinvolgendo tutti coloro che sono collegati

Sia che si possa o no acquistare, dopo aver visto l’approccio, la disciplina e l’amore con cui vengono prodotti questi gioelli ti viene voglia di possederne una, o quanto meno di poter far parte di questo mondo che ruota in torno al marchio Porsche, azienda che vorrei ricordare nel 1992 era vicina al fallimento, e che grazie alla voglia e delle persone che la compongono e l’applicazione della metodologia Lean e’ divenuta una delle fabbriche più performanti al Mondo

Vorrei chiudere sottolineando alle ore 14, ora di inizio del tour abbiamo incontrato il CEO, Mr Mach, il quale usciva dallo stabilimento, dove ci dicono giornalmente trascorre il parte della sua giornata (come il CEO precedente) a contatto con i reparti di produzione verificando costantemente i processi e i materiali fluiscano regolarmente…

Complimenti Porsche, avete dimostrato che con persone positive, che guardano dalla stessa parte, e un metodo performante come la Lean si possono raggiungere grandi traguardi…….ora tocca a noi…

Annunci

Tag:, , , ,

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Visita in Porsche 19-06-2010 su Wtco.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: