Prendersi il tempo per pensare e farlo rendere

14 luglio 2011 § Lascia un commento

Con sofisticati sistemi di gestione documentale, la connettività globale e reti on-line i professionisti possono trovare rapporti di ricerca, best practice, articoli ed esperti da ogni parte del mondo. Perché i professionisti hanno così accesso diretto a informazioni e persone, molte aziende hanno lasciato la maggior parte di loro decidere dove andare e dove raccogliere i dati ( certo che spesso dovrebbero essere guidati per non trovarsi in un overload di informazioni)

Essere autonomi nella ricerca e selezione delle informazioni, di certo può dare un grande vantaggio in quanto nessuno meglio di noi e’ in grado di comprendere cosa stiamo cercando
Ora ci troviamo in una situazione in cui i dipendenti possono gestire le loro carriere e gli orari, attraverso la gestione on line, accedere a sistemi di offerta di lavoro, formazione, e-mail, la programmazione, e così via. L’Accesso on-line ha rimodellato le nostre vite personali e, cambiato il modo in cui viaggiamo, acquistiamo e leggiamo i libri,la ricerca dei negozi,lo stesso contatto con gli amici ( argomento che meriterebbe approfondimenti).

Siamo un periodo di transizione, tutto ciò che oggi risulta essere normale, 10 anni fa sarebbe stato considerato assurdo

Questo “bombardamento” di informazioni e questo essere sempre online non ci permette di prenderci il tempo di pensare e di riflettere sulle diverse scelte da prendere, ponendo le persone in una situazione di costante insoddisfazione e incertezza.

Vorrei ora toccare due argomenti, in parte già trattati in post precedenti

Think tank

Se ne parla molto, molti ci provano e dichiarano di utilizzare questo approccio, ma le idee successivamente diventano realtà?
E’ fondamentale, al fine di dare fiducia alle persone, selezionare insieme al team, le migliori proposte e portale avanti attraverso piani chiari semplici e condivisi

Avere una strategia per le nostre idee
Questa seconda fase, non solo e’ rivolta alle nuove idee, ma anche a situazioni aziendali e perché no personali, prendersi del tempo per definire cosa “faremo da grandi”, lo ritengo fondamentale,; voi potrete dirmi, ma non ho tempo, argomento che andremo a toccare in un altro post, m credetemi e’ la base per ogni crescita professionale e personale

Ovviamente, per motivi lavorativi vi suggerirei di utilizzare l’hoshin Kanri (post precedente) il quale vi permette di avere una visione completa ed estesa di quali sono i vostri piani a 3/5 anni esplondendoli poi in attività mirate e concrete e ben selezionate

Concludendo, raccogliete le informazioni che ruotano intorno a voi e vi interessano particolarmente, trasformatele in sogni ed idee, e successivamente fatele diventare concrete;

Seguire questo percorso vi permetterà di raggiungere un importante livello di sicurezza personale e di soddisfazione

Pubblicità

Hoshin Kanri….

10 marzo 2011 § Lascia un commento

Hoshin Kanri….

HOSHIN KANRI… un metodo, il risultato!
Come sviluppare una visione comune per conseguire gli obiettivi attesi a costi contenuti.

“Ragionare per obiettivi” è al centro di ogni attività imprenditoriale, raggiungere gli obiettivi è capacità. Indispensabile è avere una visione comune, focalizzata sullo stesso obiettivo, muoversi nella stessa direzione guidati attraverso progetti specifici e misurabili, verificabili nel loro andamento.
L’HOSHIN KANRI, è il metodo, l’adeguata risposta per ogni tipo di attività, applicabile in qualunque settore merceologico; Dalle attività commerciali, alle manifatturiere, dai negozi alle grandi imprese.

L’HK può essere utilizzato sia come metodo di pianificazione strategica, sia per la gestione di progetti complessi. E’ uno strumento operativo in grado di trasferire fedelmente la voce del cliente all’interno del nostro business garantendo crescita e profitti; l’HK è inoltre in grado di gestire trasversalmente le attività di ogni ente presente in azienda integrandosi nel flusso del valore
HOSHIN KANRI, letteralmente tradotto in “Bussola del Management”; E’ una vera e propria applicazione, basti pensare alla connotazione che gli americani le conferiscono traducendola in “policy deployment”, ossia distribuzione della politica, che meglio esprime la capacità di rendere visibile ed estendere la responsabilità a tutti componenti dell’azienda

HK è la spina dorsale “ bussola” di ogni attività tesa al miglioramento continuo, attraverso il TOYOTA PRODUCTION SYSTEM (LEAN PRODUCTION), finalizzato alla gestione del profitto; Rappresenta il segreto dei continui risultati positivi della Toyota.                        L’HK integra il classico sistema di Budget all’interno di un piano strategico proiettato su più anni, utilizzando un sistema di “catchball” per la negoziazione e definizione di obiettivi e per la pianificazione del lavoro necessario per raggiungerli.

L’HK si sviluppa attraverso l’utilizzo di moduli in formato A3, con il costante utilizzo del processo di PDCA (plan, do, check, act);                                         L’HK permette di pianificare le attività, trasformarle in attività concrete, portare un cambiamento effettivo, verificarne la congruenza con il raggiungimento degli obiettivi con la definizione uno standard aziendale.

La scelta del formato A3 non è casuale, ma frutto di attente valutazioni. l’A3 è’ un formato internazionale, standard, fattore basilare per ogni attività Lean; Con questo è possibile elencare – integrare senza spreco le informazioni necessarie per l’esposizione del progetto, dalla storia che lo precede, alla formulazione degli obiettivi, dall’analisi della situazione, alle idee di miglioramento approdando alla definizione sintetica del piano di miglioramento; Insomma tutto ciò che serve per essere concreti e raggiungere il target prefissato.

L’HK si sviluppa attraverso moduli a cui sono associati titoli diversi in funzione della finalità specifica, come ad esempio A3X, A3i, A3P, A3SR eccetera.  L’HK  permette inoltre la raccolta  delle informazioni   nell’avanzamento dei progetti. Consente di rendere visibili passo – passo  eventuali derive e di applicare eventuali correttivi necessari per il raggiungimento dell’obiettivo definito.
L’HOSHIN KANRI, il metodo, lo strumento da applicare, per conseguire il risultato atteso!

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag hoshin kanri su Wtco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: