Lean..troppi ne parlano e pochi la fanno

29 settembre 2011 § Lascia un commento

Questo è un breve post che vuole trattare l’argomento LEAN PRODUCTION con un visione diversa dal solito..

Oggi ne parlano tutti, sembra che tutti siano dei fenomeni nelle applicazioni, e che tutti siano in grado di raggiungere grandi risultati in 2 giorni, ma avete verificato??!!

Ormai il termine è utilizzato a sproposito, nel post precedente mi sono permesso di dire che è “sputtanata” ma purtroppo è la realtà.

Di fatto la Lean è stata introdotta per ridurre gli sprechi nelle aziende, di qualsiasi tipo e genere, aumentare i profitti, ma pochi si ricordano sempre che tra gli elementi di base oltre al miglioramento continuo esiste il rispetto dell’uomo – chi di voi ha letto i principi su cui è la nata la Toyota??!! –

Quanti, durante la cosiddetta applicazione del metodo, o nelle settimane kaizen, pensano alle persone che vi lavorano e le rispettano? quanti domandano loro cosa farebbero per migliorare? quanti si sanno approcciare nel modo giusto e non da maestri e coloro che fanno cadere tutto da cielo?

Oggi le aziende hanno bisogno di persone concrete, con i piedi per terra, che anche se definiti consulenti di fatto sono persone che quando sono nell’azienda è come se ne facessero parte, che la vivono con il cuore di vi lavora, e spesso di l’ha creata.

perdonate lo sfogo forse un pò forte, ma è ora che si faccia chiarezza, e che qualcuno smetta di vantarsi con grandi parole e lascia fare…

 

Pubblicità

Zona di controllo nella Toyota

8 agosto 2011 § Lascia un commento

Vi invito a leggere un articolo interessante di Encob Blog

Zona di controllo nella Toyota — Encob Blog.

Vi ricordate qualche giorno fa che ho parlato dei confini del sistema?

In quel articolo ho definito tre zone che definiscono un sistema: la zona di controllo, la sfera di influenza e l’ambiente esterno.

Ecco, l’altro giorno mi è capitato un bel articolo di Jon Miller su Gemba Panta Rei che parla della zona di controllo presso la Toyota (traduzione automatica).

In pratica cosa dice l’articolo? Parla del restringimento della zona di controllo per gli ingegneri nella progettazione con inserimento di una nuova posizione di responsabilità, in modo tale che ogni responsabile non debba controllare direttamente più di 5 altri ingegneri sottostanti.

Perché il numero 5? E’ noto dagli studi delle dinamiche comportamentali che una persona non può controllare più di 5 +/- 2 persone in maniera efficiente, senza perdere il focus sugli obiettivi ed essere distratto. E in Toyota tutte le squadre sono costituite con questa regola. Tranne in engineering, dove questa regola adesso viene ripristinata (c’era già ma le gestioni precedenti l’avevano eliminata – si torna alle origini, come disse Akio…).

5 persone vuol dire avere diretto controllo delle persone e potere aiutare tutti quanti e farli crescere in maniera equilibrata. La parola d’ordine è insegnamento e sviluppo delle persone. Quando si sta in piccoli gruppi si riesce a imparare meglio dai propri errori, a imparare meglio da quelli degli altri, a crescere di più tutti quanti insieme.

La Toyota già ha una base di dati enorme ed organizzata in maniera spettacolare, con 50 o più anni di raccolta dati, sperimenti, ipotesi ed errori commessi con le relative spiegazioni. Adesso restringendo la zona di controllo si vuole dare un ulteriore mazzata agli errori che hanno portato al recente richiamo dei loro veicoli ed eliminare tutte le possibilità affinché questo accada in futuro.

Ridurre la zona di controllo è una pratica che raramente viene incontrata nelle aziende tradizionali. Si fa solitamente esattamente l’opposto: si aumenta la zona di controllo, in modo che una persona controlli direttamente un numero sempre maggiore delle persone. Si pensa che così vengono ridotte le spese e i costi di gestione. Ma ciò che accade è l’esattamente opposto: le spese e gli errori aumentano, perché una persona da sola non è in grado di tenere sotto controllo un gran numero dei sottoposti. Perde il controllo dopo poco e tra le persone nasce l’anarchia, ognuno tenta di fare il proprio meglio senza cercare di consultare il capo che è molto impegnato con altri problemi delle altre persone, molto più importanti del vostro.

Vi suona familiare questa ultima frase?

Dove sono?

Stai esplorando le voci con il tag toyota su Wtco.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: